Un giorno di pioggia a New York

3
 

Altro giro altra corsa per il regista che sforna un film all’anno, al momento rallentato dalle polemiche del #MeToo (nel 2018 ha saltato un giro dopo Wonder Wheel – La ruota delle meraviglie). Prima c’era la fila per recitare nei film di Woody Allen, adesso si girano film, si incassa lo stipendio, e poi si prendono le doverose distanze per accadimenti avvenuti nel 1992.
È successo con Timothée Chalamet, che ha versato i soldi guadagnati (il minimo sindacale, come per tutti gli attori che lavorano con Woody Allen) ad associazioni che si battono per una giusta causa. In Un giorno di pioggia a New York interpreta il ruolo del giovane bohémien malinconico, che sembra essergli stato cucito addosso (pure Elio di Chiamami col tuo nome leggeva tanto e suonava il pianoforte), anche se il ragazzo gigioneggia non poco. Porta a New York la fidanzatina provinciale, mandata dal giornale del college a intervistare il suo regista preferito (Liev Schreiber). Gli obiettivi del fine settimana fuoriporta sono due: vivere un autentico weekend romantico sotto la pioggia della Grande Mela, ed evitare con tutte le proprie forze la sfarzosa festa di mammà, pronta ad accogliere nella sua magione tutte le grandi personalità newyorchesi. Ma registi, sceneggiatori e attori sembrano innamorarsi tutti della ragazzotta provinciale (Elle Fanning), che confonde Cole Porter con Shakespeare e si dimentica abbastanza presto del fidanzatino. Timothée-Gatsby – solo una madre che vuole per i propri pargoli la migliore istruzione possibile può decidere di chiamare il figlio così – la insegue per tutta New York, finché non incontra sul set di un film amatoriale Selena Gomez, anche lei ricchissima ma svelta di lingua.
La storia di Un giorno di pioggia a New York ha l’originalità tendente allo zero. Salvano la situazione i duetti ben scritti e molto divertenti, su cui spicca la battuta da applausi di Timothée Chalamet: “Ho bisogno del monossido di carbonio per sopravvivere”. La useremo ogni volta che dovremo rivendicare la vita di città davanti ai fanatici del ritorno alla natura. New York sotto la pioggia, antico amore di Woody Allen dopo qualche incursione in altre zone d’America, fornisce l’atmosfera giusta.

Scheda film

Titolo Originale A Rainy Day in New York
Regia Woody Allen
Sceneggiatura Woody Allen
Fotografia Vittorio Storaro
Montaggio Alisa Lepselter
Cast Elle FanningSelena GomezTimothée Chalamet
Distribuzione Lucky Red
Origine USA
Anno 2019
Durata 92'
Genere Sentimentale
Data di uscita Novembre 28, 2019
 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook