Presentato 'The Witcher' a Lucca Comics & Games

 

In occasione di Lucca Comics & Games quest'anno Netflix ha puntat osull'attesissima serie The Witcher, tratta dalla serie di romanzi e racconti fantasy scritta dall'autore polacco Andrzej Sapkowski, grande ospite della kermesse lucchese.

The Witcher è il racconto epico di una famiglia e del suo destino. Geraltdi Rivia, un solitario cacciatore di mostri, lotta pe rtrovare il proprio posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Il suo destino si intreccerà poi con quello di una potente strega e una giovane principessa con un pericoloso segreto. I tre si ritroveranno ad attraversare insieme un mondo sempre più instabile.

Tanti gli eventi legati aThe Witcher e gli incontri ad esso legati, tra cui anche la realizzazione di un teaser che mostra la trasformazione della città di Lucca nel Continente, iconica ambientazione del telefilm, ed un grande gioco a premi che ha coinvolto chi ha partecipato all'installazione Netflix al sotterraneo San Paolino.

L’installazione bencurata come quelle che l'hanno preceduta negli anni precedenti (Stranger Things e Games of Thrones), e interattiva: gli avventori della fiera infatti si ritrovano in una location accattivante in cui sono stati ricreati alcuni degli ambienti di The Witcher, con tanto di attori ad impersonare menestrelli, streghe e nobili. Alla fine del percorso, il Re e la Regina assegnano agli spettatori una missione,regalando loro un medaglione e la mappa per cercare gli indiz iin città.

Ma non è tutto, i fan della serie in questi giorni hanno potuto ammirare alcuni oggetti di scena, come abiti e accessori, alla mostra "Le vesti del Continente", al baluardo San Pietro della Mura.

La produzione è stata presentata a Lucca Comics & Games 2019, anche con il lancio in anteprima mondiale del nuovo trailer, che ha inoltre confermato ai fan che tutti gli otto episodi di The Witcher saranno disponibili su Netflix dal 20 dicembre 2019

Per parlare della serie al pubblico sono state invitate anche Lauren Schmidt Hissrichshowrunner, e le protagoniste Anya Chalotra (Yennefer) e Freya Allan (Ciri), chedurante la conferenza stampa hanno svelato alcuni dettagli sulla produzione.

La creatrice dello show ha dichiarato di essere una grandissima fan dei libri di Sapkowski, e che adattare ilibri a serie TV non è stato affatto facile. Lauren ha decisodi concentrarsi sui personaggi, sulla loro storia e i loro legami, mettendo l'azione in secondo piano.

A differenza dei libri, Yennefer e Ciri ci vengono presentate subito e il passato della maga viene rivelato molto presto perché è basilareper comprendere al meglio il suo carattere e il suo modo di relazionarsi con gli altri. È stato complicato decidere il modo migliore per raccontare quasi quattromila pagine divise in otto libri di materiale.

Lauren confessa: “Penso che i fan troveranno tantissimo dei libri nella serie. Lo scrittore Andrzej Sapkowski mi ha aiutato tantissimo a far mio lo spirito di questa storia, mi ha detto cosa ci teneva che rimanesse al centro del progetto e cosa potevo modificare.

Anya ha raccontato che ha dovuto superare tre provini prima di riuscire adottenere la parte, la sua interpretazione della giovane Yennefer ha commosso Lauren.

Anya non conosceva The Witcher prima di fare il provino: “Credo sia un fatto positivo che non conoscessi la serie, così ho potuto affidarmi più all’istinto. Yennefer è una donna forte, che non chiede scusa inuna società in cui sono gli uomini a comandare.

Qual è stata la tua visione per la serie? Come hai lavorato?

Lauren:Per me è stato molto importante utilizzare i racconti, che non hanno una linea narrativa orizzontale specifica. Le ho usate per mettere insieme i tre protagonisti con tre storie individuali precise e un arco indipendente prima che si uniscano. Ho fatto ovviamente delle modifiche, ad esempio, Ciri in un certo punto della storia viaggia da sola, ma così facendo non potrebbe parlare, quindi abbiamo introdotto un personaggio per avere dei dialoghi. Non sono dei cambiamenti forti rispetto al materiale originale, ma modifiche utili alla narrativa. Per quanto riguarda i videogiochi, che sono anch'essi basati sui libri, io li trovo bellissimi ma quello che abbiamo cercato di fare è stato allontanarci da loro, per creare qualcosa di diverso. Nella serie cisono tanti effetti in CGI per i mostri, ma ogni volta che abbiamo potuto abbiamo usato effetti speciali.

The Witcher è una serie con tante scene di lotta e combattimenti, è stato difficile allenarsi?

Anya:Io ho adorato questo aspetto, ho cercato sempre di fare le mie scene d’azione senza controfigure, anche se è difficile perché non c’è mai abbastanza tempo per allenarsi. Ma qualsiasi cosa facesse Henry la volevo fare anche io!”

Freya:Io non ho potuto fare quanto Anya, ma in futuro vorre icertamente farlo.Sono andata molto a cavallo, però, ed è bellissimo”.

La prima stagione di The Witcher sarà composta da 8 episodi. Nel cast, oltre le già citate Anya Chalotra e Freya Allan, troveremo Henry Cavill nei panni del protagonista Geralt of Rivia.

da Lucca, Cinzia Zagato

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook