Il mio profilo migliore

2.5
 

Direttoda Safy Nebbou, Il mio profilo migliore è la storia di Claire (una Juliette Binoche alquanto sottotono), professoressa alla soglia dei cinquant'anni, divorziata e con due figli, che in seguito all'ultima delusione amorosa decide di inventarsi una nuova identità su Facebook, con lo scopo di “seguire” il suo ex. Ma quando attirerà l'attenzione del di lui amico, Alex (FrançoisCivil), le cose si complicheranno inaspettatamente...
In apertura ci viene presentata una donna sulla difensiva, pronta a nascondersi e a passare all'attacco durante una seduta di analisi con la sua nuova dottoressa. Alla luce di quello che di lì a poco si scoprirà, l'atteggiamento potrebbe essere dettato dalla sua precedente esperienza con il gentil sesso: abbandonata dal marito per una donna più giovane, Claire si ritrova a dover affrontare quelli che sono i suoi desideri in maniera differente, a volte anche rischiosa, come nel caso della relazione con Alex. Se infatti all'apparenza la protagonista appare una donna forte, sicura di se, strutturata, man mano che la narrazione prosegue, emergono tutti quegli elementi che la conducono a compiere determinate scelte, non così condivisibili, e comportandosi da irresponsabile e da egoista. A ciò si lega anche il discorso, sempre molto attuale, sulla differenza d'età all'interno di una relazione e su come viene percepita dalla società a seconda che sia un uomo o una donna ad intrattenerla con una persona più giovane. Come è chiaro, spesso in tali situazioni non si è sullo stesso livello, e c'è chi cerca il solo divertimento che si traduce in piacere, e chi invece punta (o meglio spera di poter contare) sul sentimento, arrivando inevitabilmente ad una frattura o ad un'accettazione che non porterànulla di buono.
Interessante il parallelismo tra le vicende di Claire e le sue lezioni universitarie, in cui vengono presentatestorie di donne, di emancipazione, di conformismo, come se queste figure fossero un suo alter ego immaginario. Allo stesso modo si apprezza lo switch alla Sliding Doors, seppur forse sarebbe dovuto essere maggiormente ancorato alla vicenda e non semplicemente buttato lì ad un certo punto. Il discorso sui social d'altro canto, punto di snodo dell'intera vicenda, appare propriamente sviluppato, con poche ma efficaci battute (“Facebook è un self-service”), alle quali si agganciano anche riflessioni non banali.

Scheda film

Titolo Originale Celle que vous croyez
Regia Safy Nebbou
Sceneggiatura Julie PeyrSafy Nebbou
Fotografia Gilles Porte
Montaggio Stephane Pereira
Musica Ibrahim Maalouf
Cast François CivilGuillaume GouixJuliette Binoche
Distribuzione I Wonder Pictures
Origine Francia
Anno 2019
Durata 101'
Genere Drammatico
Data di uscita Ottobre 17, 2019
 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook