Spider-Man: Far From Home

3
 

Tom Holland torna nei panni del nostro ‘amichevole Spider-Man di quartiere’, il quale, dopo gli eventi di Avengers: Endgame, deve rafforzarsi per affrontare nuove minacce in un mondo che non è più quello di prima.
Il film espande l'universo cinematografico di Spider-Man, portando Peter Parker fuori dal suo ambiente familiare, catapultandolo attraverso l'Europa in occasione di quella che dovrebbe essere una vacanza scolastica, con i suoi migliori amici Ned (Jacob Batalon) e MJ (Zendaya) e con il resto del gruppo, ma che diventerà ben presto un'epica avventura.
Peter, pur avendo deciso di non indossare i panni del supereroe per alcune settimane, decide, a malincuore, di aiutare Nick Fury (Samuel L. Jackson) a svelare il mistero degli attacchi di creature elementali che stanno creando scompiglio in tutto il continente.
All'indomani dell'epica battaglia tra il bene e il male, che ha riportato in vita Peter Parker, oltre a miliardi di persone, Peter continua a rimpiangere la morte del suo mentore Tony Stark / Iron Man (Robert Downey Jr), il cui eroico sacrificio ha reso possibile il ritorno di tutta l'umanità che era stata cancellata dallo schiocco di dita di Thanos. Ovunque guardi, Peter vede i tributi al Vendicatore caduto, che aggiungono peso al suo senso di perdita, anche se le sue gesta eroiche fanno sì che tutti si chiedano se sarà proprio lui il prossimo Iron Man.
Spider-Man non può essere un normale adolescente perché ha delle responsabilità verso il mondo, questo è il messaggio. Il nostro giovane eroe deve venire a patti con la perdita del proprio mentore e capire fino in fondo cosa significa essere un Vendicatore: significa assumersi la responsabilità di salvare il pianeta.
Il modo in cui il regista Jon Watts ritrae Peter e come gestisce gli eventi e la perdita di Ironman è davvero originale, lo fa con un pizzico di umorismo e un tocco di frivolezza, che ben si addice all'età del protagonista.
Holland interpreta brillantemente un adolescente tormentato e confuso, e le scelte che fa sembrano proprio quelle di un ragazzo con troppe responsabilità sulle sue giovani spalle.
Il film funziona, con qualche intermittenza e qualche dialogo davvero banale, ma il risultato è positivo. Fondamentalmente la pellicola trova il suo ritmo quando Peter è nuovamente costretto ad agire come Spider-Man.
Peter è un eroe in erba, sempre e comunque fuori posto, che fatica a fare i conti con la propria vita privata e con le responsabilità dell’essere un supereroe.
Lo stampo della pellicola è prettamente teenageriale, e le parti più interessanti sono forse quelle dedicate al sincero entusiasmo dell'età adolescenziale del protagonista. Quasi una commedia liceale più che un cinecomic. Il nucleo del film parla di un adolescente che cerca di scoprire chi è veramente, mentre cerca di dire alla ragazza che gli piace di essere innamorato di lei e contemporaneamente di salvare il mondo. Se all'inizio destabilizza, col procedere del racconto si viene coinvolti e la storia prende il giusto ritmo.
La new entry Mysterio (Jack Gyllenhaal), seppur affascinante, è un villain poco accattivante e troppo prevedibile, specialmente all'inizio, ma una volta che il film ingrana la marcia diventa un po' più coinvolgente. Funziona nelle parti in cui sembra essere una figura sostitutiva di Tony Stark, funziona un po' meno nelle vesti di malvagio.
Nel complesso Spider-Man: Far from Home è un film capace di intrattenere e divertire, nonché di regalare qualche bella sorpresa.

Scheda film

Titolo Originale Spider-Man: Far From Home
Regia Jon Watts
Sceneggiatura Chris McKennaErik Sommers
Fotografia Matthew J. Lloyd
Musica Michael Giacchino
Cast Jake GyllenhaalTom HollandZendaya
Distribuzione Sony Pictures Italia/Warner Bros. Pictures Italia
Origine USA
Anno 2019
Durata 135'
Genere AzioneFantascienza
Data di uscita Luglio 10, 2019
Incassi 200,744 €

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook