Climax

3
 

"Vivere è un'impossibilità collettiva."


Provocatorio e psichedelico come pochi, Gaspar Noé torna a presentare uno dei suoi lavori, l'ultimo in ordine cronologico, dal titolo (già piuttosto indicativo) Climax. La storia è alquanto semplice, ispirata ad eventi realmente accaduti: nel 1996 un gruppo di ballerini professionisti si ritrova in una specie di sottoscala per delle prove di uno spettacolo, se non che qualcuno ha drogato la sangria sul tavolo, alterando, in un modo o in un altro, la percezione di tutti i partecipanti.
Mettiamo subito le cose in chiaro: volutamente eccessiva da qualsiasi punto di vista la si affronti, la pellicola non è assolutamente un prodotto per il grande pubblico, e si fa anche abbastanza difficoltà ad individuare chi possano essere gli spettatori eletti, coloro in grado di recepire e metabolizzare simili messaggi.
D'altra parte però Climax fotografa in maniera spietata ma veritiera uno spaccato di società composto di giovani allo sbando, assuefatti a droghe di ogni tipo, incapaci di impattare la vita in un modo che non contempli la violenza, l'abuso, la perdizione, disposti a tutto pur di raggiungere il successo. Ciascuna delle figure sullo schermo - perché di figure si parla e non di veri e propri personaggi - compie gesti che superano i limiti della decenza, arrivando spesso a ferire se stessi e gli altri, in un crescendo sempre più agghiacciante, sino ad arrivare al "climax" che da il titolo al film.
La danza, e con essa la musica, diventa la cornice più adatta ad ospitare una simile evoluzione: i ritmi quasi tribali, potenti, accelerati, invadono lo spazio, prendono possesso dei corpi e delle menti, conducono verso un delirio di onnipotenza e confusione nel quale è difficile raccapezzarsi. Brillante, a tal proposito, il rimando in apertura, durante le interviste ai futuri protagonisti delle vicende, a temi come la schizofrenia, la possessione, il suicidio. Ed evidente appare ad un tratto il paragone con il recente Suspiria di Luca Guadagnino.
Registicamente Climax è un'opera unica, meravigliosa, un manuale da studiare e sfruttare all'occorrenza; Noé è ineccepibile nel suo utilizzo della macchina da presa, dei colori saturi e significativi, dei titoli di testa e coda scaglionati ed inseriti a suo piacimento. Ma non è uno per tutti i palati, ed è probabilmente per lui anche motivo di orgoglio.

Scheda film

Titolo Originale Climax
Regia Gaspar Noé
Sceneggiatura Gaspar Noé
Fotografia Benoît Debie
Montaggio Denis BedlowGaspar Noé
Cast Romain GuillermicSofia BoutellaSouheila Yacoub
Distribuzione Mial Vision con Europictures
Origine BelgioFranciaUSA
Anno 2019
Durata 95'
Genere Drammatico
Data di uscita Giugno 13, 2019

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook