'Eyes': il corto di Maria Laura Moraci contro l'indifferenza vince il Nstro d'Argento 2019

 

Vincitore di numerosi premi, tra cui ultimo in ordine cronologico il Nastro d'Argento 2019, accolto con entusiasmo dal pubblico e dalla critica di ogni kermesse in cui è stato presentato, Eyes nasce da un'idea di Elisa Fois, Francesca Aledda e Maria Laura Moraci (anche attrice, regista e sceneggiatrice del corto), ed è dedicato a tutte le vittime dell'indifferenza che da tanti, troppi anni a questa parte, stanno aumentando di numero, delineando un quadro sempre più tragico, deplorevole e deprimente dell'attuale società.
Con uno stile semplice ma condito da un tocco di originalità, per cui il tema portante del progetto viene simbolicamente rappresentato dalle palpebre chiuse e dipinte degli attori sulla scena, Eyes si sviluppa nel percorso compiuto da una prostituta che si accinge a tornare a casa con i mezzi pubblici. Portando così fuori strada lo spettatore, che probabilmente già immagina quale sia il destino della giovane donna, il corto abbraccia invece un discorso più ampio, mettendo alla berlina tutti quegli atteggiamenti di indifferenza, di violenza anche psicologica, di crudeltà e gratuità che purtroppo contagiano ogni angolo della nostra esistenza. Quante volte siamo stati noi stessi testimoni di simili episodi? Senza timori o facili soluzioni, si viene inevitabilmente costretti a porsi delle domande, a farsi un'analisi di coscienza da cui non è detto che se ne esca bene, a scendere a patti con una coscienza talvolta difficile da rispettare.
Efficace e suggestivo il lavoro fatto sulla musica, grazie alle reinterpretazioni di Mad World e The Sound of Silence a cura di Giacomo Vitullo, Jacquiline Maria Ferry e David Ambrosini (questi ultimi due al microfono).

a cura di Sabrina Colangeli

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook