Maria Regina di Scozia

3.5
 

Di Maria Regina di Scozia si ricordano soprattutto le rutilanti protagoniste: una naturale, un’irlandese prestata alla Scozia, che però ha tutti i requisiti per interpretare la regina cattolicissima (Saoirse Ronan). L’altra è un’australiana (la prossima Barbie): il reparto trucco le lascia sulle guance le cicatrici del vaiolo, e quando dopo quasi trent’anni incontra finalmente di persona la cugina – bellissima, cattolicissima e legittima erede al trono per i cattolici in una Gran Bretagna infiammata dalle guerre tra anglicani e papisti – si imbelletta per coprire gli sfregi della malattia e indossa un parruccone rosso vivo, ancor più finto di quello che indossò Cate Blanchett in Elizabeth. Lo spettatore irrispettoso pensa subito a una versione inglese del clown Pennywise, eppure il film regge benissimo l’urto del pensiero cattivo: nei ritratti Elisabetta appare davvero così, e Margot Robbie, malgrado l’accento molto poco inglese, porta trucco e parrucco con una certa dignità.
Maria Stuarda e Elisabetta I non furono mai davvero nemiche, anche se le parti politiche imposero loro di diventare antagoniste e rivali: Maria poteva in qualsiasi momento reclamare il trono, dato che la nonna era la sorella di Enrico VIII, padre di Elisabetta, il quale però aveva annullato le nozze con la madre di lei, Anna Bolena. Elisabetta, nel frattempo, era ascesa al trono d’Inghilterra, e Maria, ora regina solo di Scozia, era una costante e reale minaccia per il trono inglese (anglicano). Nel dubbio, Maria Stuarda si fece subito mettere incinta dal marito per assicurarsi la corona (per la cronaca, il figlio è il trisavolo dell’attuale Elisabetta II, per dire che Maria Stuarda non regnò mai, ma da lei discendono tutti monarchi d’Europa).
Il film di Josie Rourke racconta bene il complicato rapporto tra le due cugine, raccontato con garbo e raffinatezza: Elisabetta ci mise vent’anni per mandare a morte Maria, che si presentò sul patibolo con un abito vermiglio, convinta fino all’ultimo diessere una martire. Elisabetta, nel frattempo, gironzolava per il palazzo imbellettata e con la parrucca rosso rubino. Si apprezza l’accurata ricostruzione storica nelle scenografie e nei costumi, coi palazzi, gli abiti, il vaiolo, i banchetti, le armi, la lingua, le battaglie, i paesaggi scozzesi (mentre Elisabetta non esce mai dal palazzo), le liaison, gli entourage, persino gli orecchini che indossano le due protagoniste, capaci di conferire al film un certo fascino. Funzionano meno i passaggi delle congiure, più da melodramma che da rigoroso film storico quale Maria Regina di Scozia dovrebbe essere. Di grande effetto le due comprimarie, che si studiano tramite lettera e nel frattempo sono costrette a prepararsi alla guerra.

Scheda film

Titolo Originale Mary Queen of Scots
Regia Josie Rourke
Sceneggiatura Beau Willimon
Fotografia John Mathieson
Montaggio Chris Dickens
Musica Max Richter
Cast Jack LowdenMargot RobbieSaoirse Ronan
Distribuzione Universal Pictures
Origine Gran Bretagna
Anno 2018
Durata 125'
Genere BiograficoStorico
Data di uscita Gennaio 17, 2019

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook