Spider-Man: Homecoming

3.5
 

Peter (Tom Holland) torna al liceo dopo aver partecipato ad una missione con gli Avengers, ma è difficile rientrare nella routine dopo aver vissuto un'esperienza simile. Ed è per questo che ogni giorno, finite le lezioni, Peter indossa il costume dell'uomo ragno, donatogli niente meno che da Tony Stark (Robert Downey Jr.), e simimpegna ad aiutare la comunità cittadina, tra furti di biciclette ed indicazioni stradali. Almeno fino all'entrata in scena di un gruppo di criminali dotati di armi aliene...
Spiderman: Homecoming prende avvio dagli eventi di Civil War - durante i quali abbiamo visto Captain America ed Ironman schierati su due fronti opposti - riassunti in maniera alquanto originale (e geniale) da un video amatoriale diretto dallo stesso Peter Parker. Quest'ultimo Spiderman, soprannominato "bimbo-ragno", vero e proprio capostipite di un nuovo franchise, possiede tutta l'energia, l'imbranataggine, la curiosità di un teenager come tanti, e allo stesso tempo ne svela l'impulsività, l'impazienza, la volontà ed il bisogno di trovare una propria strada oltre che un'identità che possa rappresentarlo nel modo giusto, che possa farlo sentire qualcuno, o semplicemente se stesso.
La pellicola di Jon Watts, classe 1981, è perfettamente allineata ai più recenti (e riusciti) prodotti targati Marvel, dove se la giocano, senza esclusione di colpi, effetti speciali di grande impatto, un tasso di adrenalina e spettacolarità portato alle stelle ed una percentuale di ironia quasi senza precedenti. E senza precedenti risulta infatti il nuovo Spiderman, vivo e vibrante sullo schermo, reso in maniera impeccabile dal giovane Holland (classe 1996), capace di modulare i vari stati d'animo del suo personaggio con una naturalezza ed una concretezza abbastanza sorprendenti. Nel costume dell'uomo ragno, sono il fisico e la voce a fare la parte maggiore è chiaro, ma anche nei panni di Peter l'attore britannico mostra un'espressività da non sottovalutare.
Il discorso del confronto prima del conflitto di classe assume un valore importante grazie alla figura di Vulture: in quanto entrambi trafficanti di armi, la differenza tra lui e Tony Stark è labile e potrebbe addirittura far pendere l'ago della bilancia a favore del criminale piuttosto che del magnate d'industria. Se alla base si trova una pericolosa spinta al guadagno, d'altro canto si nota, in entrambi i casi, una possibilità di redenzione in grado di dare grandi frutti (ed un sequel).
L'alternanza tra teen ed epic movie è ben giocata, tanto che il film sembra crescere man mano che la narrazione procede, arrivando a toccare picchi di intensità sul finale, supportati da un'ottima regia e dalle splendide note di Michael Giacchino.

* Per saperne di più, leggi il resoconto dell'incontro stampa.

Scheda film

Titolo Originale Spider-Man: Homecoming
Regia Jon Watts
Sceneggiatura John Francis DaleyJonathan M. Goldstein
Fotografia Salvatore Totino
Montaggio Debbie Berman
Musica Michael Giacchino
Cast Michael KeatonRobert Downey Jr.Tom Holland
Distribuzione Warner Bros.
Origine USA
Anno 2017
Durata 130'
Genere AzioneFantasy
Data di uscita Luglio 06, 2017

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook