Animali Fantastici e Dove Trovarli

3.5
 

Una nuova storia in un vecchio universo!
Eddie Redmayne interpreta magistralmente il protagonista, il Magizoologo Newt Scamander, sotto la rassicurante direzione di David Yates, che ha diretto gli ultimi quattro film di successo di Harry Potter, e che restituisce ancora una volta l’atmosfera magica dell’universo Potteriano.
Il magico mondo Newyorkese del 1926 è minacciato da pericoli oscuri. Qualcosa di misterioso sta seminando la distruzione per le strade, rischiando di far uscire allo scoperto la comunità magica dinanzi ai No-Mag (termine americano per Babbani), tra cui i Secondi Salemiani, una fazione di fondamentalisti dediti alla lotta contro gli stregoni e la magia.
È in questo contesto inquieto che sbarca, dopo un viaggio che lo ha portato in terre lontane in cerca di creature magiche, l’autoproclamato Magizoologo Newt Scamander.
L'accidentale fuga dei suoi animali fantastici lo trascina in una catena di eventi che minaccia di far scoprire la comunità magica, ma lo porta anche a conoscere i suoi futuri compagni di avventure, il No-Mag Jacob Kowalski (Dan Fogler) e Tina (Katherine Waterston), impiegata del Macusa (Magico Congresso degli Stati Uniti d'America).
Questo script trae ispirazione dallo pseudobiblion Gli Animali Fantastici E Dove Trovarli” pubblicato nel 2001, nonché libro di testo adottato ad Hogwarts, scritto ovviamente da Newt Scamander.
Il film crea una nuova era del magico mondo del maghetto occhialuto, ambientata decenni prima gli eventi narrati in Harry Potter, e segna anche il debutto alla sceneggiatura di J.K. Rowling.
Capace di risultare al contempo familiare quanto nuovo, Animali Fantastici E Dove Trovarli cattura sin da subito grazie anche alle atmosfere e alla musica che, toccando le giuste corde, fanno ripiombare lo spettatore magicamente in quel mondo fantastico oramai così familiare e amato.
La pellicola fondamentalmente non racconta granché, ma si concentra sull'introduzione dei nuovi personaggi e sulle loro peculiarità, aprendo la strada ai futuri capitoli, nei quali forse verrà messa più azione e contenuto. Sono infatti previsti altri quattro film per questa nuova saga.
Il target di riferimento sembra voler essere non solo quello dei fan più accaniti, ai quali però sono rivolte molte citazioni e strizzatine d'occhio, ma anche una nuova generazione di pubblico, difatti il film è strutturato per essere visto anche da chi non ha dimestichezza col mondo magico della Rowling.
Dalla colonna sonora epica, alla giustapposizione di realtà e magia, questo spin-off è innegabilmente in sintonia con gli altri film di Harry Potter per stile e toni.
E anche se il film rimane talvolta prevedibile e incongruente, non riuscendo a sorprendere il pubblico oramai avvezzo a trovate di sceneggiatura come quelle mostrate, riesce comunque a sedurre e farsi seguire rimanendo un buon prodotto d'intrattenimento. Divertendo con le nuove creature magiche, regalandoci un bestiario davvero suggestivo, e incantando con magie inedite e con quelle già rodate.
Manca un po' di slancio alla storia, che si focalizza troppo sulla costruzione di un mondo, ritardando il tema principale, infarcendo il tempo di scene divertenti e creature incantate innocenti messe a confronto con la realtà non magica.
Animali Fantastici E Dove Trovarli cerca una sua identità, e anche se non ci riesce a tutto tondo, appare visivamente coinvolgente, ricco di inquadrature mirabolanti e uno stile immersivo che trascina lo spettatore dentro il film. L'ambientazione americana e il nuovo cast di personaggi appaiono freschi e promettono nuove emozioni.
Rowling rimanda abilmente alla storia dell'America dei processi alle streghe, con il personaggio di Mary Lou Barebone (Samantha Morton), una folle religiosa accanita contro la magia.
Belle le scenografie come anche i nuovi ambienti creati, gli habitat all'interno della valigia, la sede del Macusa, ma anche la camera della pena di morte, davvero suggestiva.
Una delle cose più incantevoli del film è la valigetta di Newt, che come il Tardis del Dottor Who, “è più grande all'interno!”. Difatti quella del Magizoologo è una valigetta magica che, nonostante le sue ridotte dimensioni, all'interno ospita svariate creature magiche e i rispettivi habitat. Un luogo fantastico dove Newt si prende cura di loro e ne studia le caratteristiche.
Idealista, sfuggente e impacciato, Newt si integra perfettamente nell'universo magico della Rowling, risultando credibile nonché gradevole, raggiungendo poco alla volta una forte sintonia con il suo gruppo di compagni. Il suo essere evasivo lascia anche presagire grandi misteri a lui legati, intrigando e incuriosendo ancor di più.
Animali Fantastici E Dove Trovarli è una storia sul recupero delle creature magiche fuggite a New York, che cresce fino a toccare temi profondi come la paura della persecuzione da parte dei No-Mag, la repressione dell'identità e l'ansia dell'essere scoperti e non compresi. Xenofobia e ambientalismo si inseriscono in un contesto magico fondendosi in un racconto che appare leggero e delicato ma nasconde profonde riflessioni.

Scheda film

Titolo Originale Fantastic Beasts and Where to Find Them
Regia David Yates
Soggetto basato sul libro "Gli animali fantastici: dove trovarli" ("Fantastic Beasts and Where to Find Them")
Sceneggiatura J.K. Rowling
Fotografia Philippe Rousselot
Montaggio Mark Day
Musica James Newton Howard
Cast Colin FarrellEddie RedmayneKatherine Waterston
Distribuzione Warner Bros.
Origine Gran BretagnaUSA
Anno 2016
Durata 132'
Genere Fantasy
Data di uscita Novembre 17, 2016

Trailer

 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook