'Suburra - La Serie': dal 22 febbraio i nuovi episodi

 

Manca ormai pochissimo al ritorno di una delle serie tv più attese dal pubblico nostrano e non solo: dal 22 febbraio 2019, solo su Netflix, arrivano infatti i nuovi episodi di Suburra - La Serie, otto per la precisione, in cui Aureliano (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara) e Lele (Eduardo Valdarnini) dovranno vedersela ancora una volta con i piani espansionistici di Samurai (Francesco Acquaroli), indissolubilmente legati alle vicende del candidato a Sindaco di Roma Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e dell'intraprendente Sara Monaschi (Claudia Gerini). Un nuovo brillante parterre di personaggi (soprattutto femminili) va ad aggiungersi al già ricco cast, per dare vita ad un vero e proprio fenomeno televisivo, degno di nota ed attenzioni.

Tratta dall'omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo, diretta da Andrea Molaioli (episodi 1, 2,  3, 4, 7 e 8) e da Piero Messina (4, 5, 6), Suburra - La Serie è un concentrato realistico ed emozionante di ciò che caratterizza la nostra società. Tantissime sono le tematiche toccate, dalla sfera pubblica a quella privata, dall'immigrazione e la corruzione alla fratellanza e l'amicizia che superano ogni ostacolo, pregiudizio, difficoltà pur di proteggere e raggiungere l'obiettivo prefissatosi.

Magistrali e memorabili, le prove dei tre protagonisti sfruttano al massimo la sintonia trovata sul set, e l'effetto supera i confini dello schermo per andarsi ad annidare nelle pieghe più profonde dell'animo dello spettatore, La reunion tra Aureliano, Spadino e Lele può fare tranquillamente concorrenza a quella degli Avengers in quanto ad hype, e la musica non fa che caricare pian piano, ma con sempre maggiore potenza, le emozioni racchiuse nelle vicende.

Se Borghi sembra aver ormai raggiunto una maturità dal punto di vista della recitazione e della scelta dei progetti, una grande conferma sulla bravura e la capacità di sfumare i rispettivi personaggi arriva anche da Ferrara e Valdarnini. A dimostrazione di questa nuova incredibile linfa del cinema italiano, fatta di volti giovani, umanamente ed emotivamente fecondi, citiamo anche le new entries Federica Sabatini e Cristina Pelliccia (nei ruoli di Nadia e Cristiana), insieme alla "veterana" Carlotta Antonelli (Angelica).

a cura di Sabrina Colangeli

 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook