Benedetta follia

3
 

Guglielmo (Carlo Verdone) è l'integerrimo proprietario di un negozio di articoli religiosi per vescovi e cardinali al centro di Roma.
Sta per celebrare il venticinquesimo anniversario di matrimonio con la sua bella moglie Lidia (Lucrezia Lante della Rovere), ma lei decide di mollarlo proprio quella sera,stravolgendo il suo mondo e tutte le sue certezze…
Anche se colpito duramente Guglielmo vorrebbe riconquistarla, ma decide di accettare il consiglio della sua nuova commessa Luna (Ilenia Pastorelli), una ragazza di borgata coatta e travolgente, e si iscrive alla app di incontri Lovit.
Guglielmo, single allo sbaraglio,scoprirà il sorprendente mondo degli appuntamenti al buio e gli esilaranti tentativi di donne disposte a tutto pur di trovare l’anima gemella.
Un Carlo Verdone malinconico, che guarda a quello che era e fa i conti con l'oggi, la modernità e la voglia di godersi ancora la vita. Un film piacevole con alcuni guizzi e alcune scene azzeccate, ma con alcune pecche che ne abbassano il valore.
Nel tentativo di svecchiare la sua immagine e accostarsi al pubblico di oggi, Verdone si fa accompagnare nella scrittura del suo ultimo film da due sceneggiatori più freschi, ovvero Nicola Guaglianone e Menotti, che noi tutti abbiamo imparato a conoscere grazie a Lo chiamavano Jeeg Robot e si accosta ad una co-protagonista giovane con la quale instaura una bella chimica.
Benedetta follia riesce ad essere sufficientemente convincente grazie a una scrittura leggera e divertente.Nonostante la banalità della sotto trama legata al personaggio di Luna, e alcune scene eccessivamente dilatate, come quella dello “sballo” in discoteca, il film scorre fluido e riesce a divertire senza mai scadere nel volgare.
Il regista romano torna a confrontarsi apertamente con l'universo femminile, trovando in Ilenia Pastorelli un’interprete fresca e spontanea. Peccato però che i suoi personaggi femminili siano spesso suddivisi in due generi estremamente semplificati: la borghese raffinata e colta e la “poraccia” ignorante e grezza.
Verdone sembra non saper decidere cosa vuole, il suo Guglielmo, che finge di essere serio e inflessibile, in realtà guarda con nostalgia i tempi in cui non si dava regole. Che sia questo anche lo stato d'animo del regista?
Benedetta follia è una commedia tutto sommato piacevole e genuina, che intrattiene senza false pretese. Inoltre bisogna riconoscere a Verdone il coraggio di saper ancora osare provando qualcosa di mai fatto prima nei suoi film, alternando scene tipicamente verdoniane a nuove trovate, come la scena del ballo onirico(coreografato da Luca Tommassini).

* Se vuoi saperne di più sul film, leggi il resoconto dell'incontro stampa.

Scheda film

Regia Carlo Verdone
Sceneggiatura Carlo VerdoneMenottiNicola Guaglianone
Fotografia Arnaldo Catinari
Montaggio Pietro Morana
Musica Lele MarchitelliMichele BragaTommy Caputo
Cast Carlo VerdoneIlenia PastorelliMaria Pia Calzone
Distribuzione Filmauro di Luigi e Aurelio De Laurentiis
Origine Italia
Anno 2018
Durata 109'
Genere Commedia
Data di uscita Gennaio 11, 2018

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook