Fuori controllo

3
 

Quando la figlia del poliziotto veterano Thomas Craven (Mel Gibson) viene uccisa sulla soglia di casa, tutti presumono che il vero bersaglio fosse lui. Ben presto, però, il detective scopre che la ragazza aveva una doppia vita e si mette sulle tracce di un’inquietante pista che conduce verso collusioni fra industria nucleare e politica.
Thriller a tinte cupe, basato sulla miniserie televisiva della BBC del 1985, Edge of Darkness, diretta dallo stesso Campbell: mentre lì venivano riassunti gli umori della Guerra Fredda al suo apice, con conseguente paura collettiva di una catastrofe nucleare imminente, qui le implicazioni politiche vengono solo sfiorate per concentrarsi sulla lotta di un padre disposto a tutto - anche a oltrepassare i limiti consentiti dalla legge - pur di ottenere la verità sulla morte della figlia. In questo senso il truculento finale è moralmente ambiguo, col prevalere della vendetta privata sulla giustizia. Ma è anche un tema profondamente radicato nella cultura e nella cinematografia americana (basti pensare all’ispettore Callaghan o a Il Braccio violento della legge, fino ad arrivare, in epoca recente, alla serie televisiva Dexter). Funzionale a questa tematica – il labile confine fra giustizia privata e giustizia pubblica - appare l’ambiguo personaggio di Darius Jedburgh (Ray Winstone), il “ripulitore”, ossia colui che è incaricato di far sparire le tracce scottanti e depistare le informazioni scomode per conto del governo e di potenti multinazionali: perfetto uomo senza volto, al di là di ogni morale, gioca e tesse gli invisibili fili del gioco, in bilico tra bene e male, tra giustizia e punizione.
Fuori controllo è un poliziesco come non se ne vedevano da tempo, con un piacevole sapore retrò che non dispiace: un Mel Gibson (di nuovo attore, dopo diversi anni passati dietro la macchina da presa) assolutamente a suo agio nella parte di un padre accecato dal dolore, che combatte per la verità. E la pellicola pare riassumere in sé tematiche di alcuni thriller anni Novanta, interpretati proprio dallo stesso Gibson: tanto la caccia all’uomo di un padre disperato e vendicativo in Ransom - Il Riscatto di Ron Howard, quanto gli oscuri intrighi governativi di Ipotesi di complotto di Richard Donner.
La regia di Martin Campbell, esperto direttore dei film d’azione di James Bond come Goldeneye e Casino Royale - tra l’altro i migliori degli ultimi vent’anni della serie - adotta uno stile asciutto e essenziale, che ci riporta a un modo di fare cinema che non esiste quasi più, esente da qualunque moda e dal virtuosismo narcisistico degli action movie dell’ultimo decennio (alla Michael Bay, tanto per intenderci).

Scheda film

Titolo Originale Edge of Darkness
Regia Martin Campbell
Sceneggiatura William Monahan
Montaggio Stuart Baird
Musica Howard Shore
Cast Danny HustonMel GibsonRay Winstone
Distribuzione 01 Distribution
Origine USA
Anno 2009
Durata 116'
Genere Thriller
Data di uscita Marzo 19, 2010

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook