Piovono polpette 2 - la rivincita degli avanzi

3.5
 

Flint Lockwood ha salvato l’isola di Swallow Marinata dai disastrosi effetti del R.C.S.M.D.D.F.L. Ora si tratta di ripulire la città dalle montagne di cibo prodotte dall’infernale invenzione; e l’eccentrico genio Chester V, che produce barrette energetiche ed è da sempre l’idolo indiscusso di Flint, si propone di aiutare la popolazione dell’isola. Dopo che gli abitanti si sono stabiliti a San Franjose, in California, la macchina però ricomincia a funzionare, sfornando i cosiddetti “animacibi”, degli ibridi cibo-animali molto pericolosi. L’ecosistema dell’isola conseguentemente cambia per permettere la sopravvivenza dei nuovi inquilini. Chester V ha bisogno di aiuto per trovare e disattivare la macchina, così Flint e i suoi amici partono alla volta della giungla di Swallow Marinata. Ma le intenzioni di Chester sembrano non essere così limpide... Piovono polpette 2 (discutibile, ma poi non più di tanto, traduzione italiana del più azzeccato Cloudy with a chance of meatballs 2) inizia esattamente dove il primo capitolo era terminato: Flint ha finalmente trovato degli amici e una ragazza, e suo padre è giustamente fiero di lui. Ma quello che poteva risultare il banale prosieguo di un’ottima prima parte si rivela una sorpresa: prendendo atto di questa continuità, il film si snoda attraverso una situazione radicalmente nuova, affatto scontata. Più complesso per trama, grafica e temi, Piovono polpette 2 ripropone la stessa squadra del primo capitolo, continuando a divertire senza però scivolare nel già visto o nel già sentito. Il sequel si arricchisce di nuovi temi, alcuni più palesi di altri, riuscendo a non scadere nel retorico. Accanto alle classiche tematiche dei film d’infanzia (amicizia, amore, lealtà), Chester V e la sua compagnia mondiale sono uno splendido stereotipo della multinazionale senza scrupoli, che grazie alla pubblicità e alla propaganda riesce a farsi amare incondizionatamente dal pubblico: la sequenza in cui Flint entra per la prima volta alla Live Corp è un piccolo capolavoro, che cita solo apparentemente e di passaggio il lavoro motivazionale sui dipendenti, il tema del potenziamento delle funzioni cerebrali (con la caffeina in questo caso) e l’idolatria del capo. Tutti temi già presenti in Tutta la vita davanti di Virzì, o in 1984 di Orwell; solo riproposti per un pubblico anche, ma non solo, di bambini. Chester V è chiaramente un Grande Fratello senza scrupoli, che mira alla distruzione dell’ecosistema e allo sterminio di animali solo apparentemente pericolosi. Tutto ciò basterebbe a farne un buon film, con il tipico finale felice e la storia funzionale alla trasmissione del messaggio educativo. Il valore aggiunto sta anche però nelle tecniche di realizzazione: ci troviamo di fronte ad uno dei pochi casi in cui il 3D è davvero utile, perché permette di apprezzare a fondo la raffinatezza del lavoro dei disegnatori. Gli stessi titoli di coda sono frutto di un esperimento: la combinazione di 3D, 2D, animazione flash, stop motion e pupazzi, per una sequenza di quasi dieci minuti che vale da sola il prezzo del biglietto.


Leggi anche la recensione di Piovono Polpette 1

Scheda film

Titolo Originale Cloudy with a Chance of Meatballs 2
Regia Cody CameronKris Pearn
Sceneggiatura John Francis DaleyJonathan M. Goldstein
Montaggio Stan Webb
Musica Mark Mothersbaugh
Distribuzione Warner Bros.
Origine USA
Anno 2013
Genere Animazione
Data di uscita Dicembre 25, 2013

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook