Il curioso caso di Benjamin Button

1
 

È la fine della Prima Guerra Mondiale: uno dei momenti più crudeli e strazianti della storia dell’umanità è appena terminato, ma un altro "sconvolgimento" è alle porte. In un paesino della provincia americana nasce un bambino, Benjamin (Brad Pitt), con il fisico ed i tratti di un ottantenne, la cui età scorre al contrario.
In questo particolare percorso di “crescita”, il protagonista attraverserà i grandi cambiamenti della Storia e, parallelamente, vivrà tutti i momenti più importanti della vita di un uomo: l’esplorazione del mondo, la scoperta del sesso, la passione travolgente per una donna e l’incontro con Daisy (Cate Blanchett), l’amore di una vita. Ma la loro è una storia destinata, simbolicamente, ad un solo incontro: mentre l’uno si dirige verso l’adolescenza, l’altra si avvia, inesorabilmente, verso la vecchiaia. Non ci sono vie di fuga: Benjamin, “imprigionato” definitivamente nel corpo di un bambino, perderà l’uso della parola e rimuoverà ogni traccia del suo passato, mentre alla donna non resterà che stringere fra le sue braccia quel corpo fragile e inerme, quasi nel tentativo di strapparlo alla morte.
Il curioso caso di Benjamin Button, tratto dall’omonimo racconto di Francis Scott Fitzgerald, rappresenta il classico esempio di pellicola costruita a tavolino e pronta a fare incetta di Oscar: una confezione appetibile ed elegante, che sarebbe meglio non aprire, salvo poi scoprire che il contenuto è nullo. E così, il regista David Fincher (Seven) non riesce a sfruttare minimamente le potenzialità insite nel racconto, ma opta per una storia patinata, che cola miele ovunque. Troppe le soluzioni adottate che snervano lo spettatore (il racconto stile Titanic, con la donna, in punto di morte, che rivive tutti gli avvenimenti attraverso un diario letto dalla figlia) e quelle, invece, più furbette. E già, perché nel personaggio di Benjamin non si può non scorgere un tentativo disperato e assolutamente non riuscito di emulare un’icona del cinema come Forrest Gump. Ma mentre in quest’ultimo si avvertiva un rapporto dialettico con la Storia e le storie, che davano profondità e spessore al personaggio (e viceversa), qui l’unico cambiamento ampiamente percepibile è nel volto del protagonista, che da vecchietto decrepito si tramuta in aitante giovanotto.
E così, il tentativo di Fincher di far collimare uno stile “leggero” e visionario (alla Big Fish) con una riflessione sulla vita e la morte ha il sapore di un’operazione sterile quanto priva di sentimento. E si esce dal cinema, dopo tre ore, provati ed inevitabilmente un po’ più vecchi.

Scheda film

Titolo Originale The Curious Case of Benjamin Button
Regia David Fincher
Sceneggiatura Eric Roth
Fotografia Claudio Miranda
Montaggio Angus WallKirk Baxter
Cast Brad PittCate BlanchettElle FanningJason FlemyngJosh StewartJulia OrmondTaraji P. HensonTilda Swinton
Distribuzione Warner Bros.
Origine USA
Anno 2008
Durata 166'
Genere Drammatico
Data di uscita Febbraio 13, 2009

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook