Captain America: Il primo vendicatore

2.5
 

Stati Uniti, 1942. Steve Rogers (Chris Evans) è un ragazzo gracile e insicuro che vorrebbe combattere la guerra contro i nazisti per onorare la memoria di suo padre, a sua volta soldato.
Visto il fisico poco prestante e piuttosto debole, il ragazzo viene continuamente mandato via dagli addetti al reclutamento, i quali lo ritengono inadatto ai faticosi combattimenti che una guerra prevede.
Steve, tanto fragile fuori, quanto motivato e determinato dentro, in seguito al quinto tentativo di essere arruolato, trova finalmente qualcuno disposto a dargli un’opportunità: il dottor Abraham Erskine (Stanley Tucci). L’uomo sottopone Steve ad un delicato esperimento iniettandogli un siero che lo trasforma in un super soldato: forte, veloce e prestante.
Il suo nuovo aspetto e la sua forza, dopo essere stati sfruttati per attirare giovani nelle file dei soldati statunitensi, permettono a Steve, con il nuovo nome di “Captain America”, di scontrarsi con il capo di YDRA (un’organizzazione militare finanziata da Hitler), Johann Schmidt/Teschio Rosso (Hugo Weaving) e gli danno l’opportunità di rovesciare le sorti della seconda guerra mondiale in Europa.
Captain America - Il primo vendicatore, la cui regia è stata curata da Joe Johnston (Wolfman), è l’ultimo film, tratto dai fumetti della Marvel, ad approdare nelle sale cinematografiche mondiali (tra gli altri ricordiamo Spiderman, Iron Man e I fantastici Quattro).
La storia di Captain America nacque nel 1941 come simbolo del coraggio che i ragazzi statunitensi dovevano dimostrare durante la guerra mondiale ed esempio di come il cuore e la determinazione possano rendere anche il più impensabile tra gli uomini un vero eroe.
Questo messaggio è ben visibile anche nel film dove, all’eroismo di Steve Rogers, viene accostata una galleria di personaggi, incoraggianti e positivi, che lo supportano nelle sue missioni: la bella militare Peggy (Hayley Atwell), l’amico d’infanzia Bucky (Sebastian Stan) e il simpatico comandante dell’esercito Chester Phillips (Tommy Lee Jones).
Il personaggio di Steve Rogers è sicuramente quello che più fa riflettere: il ragazzo impavido, coraggioso e con il cuore d’oro che, nonostante l’improvvisa forza fisica, mantiene il suo carattere, la sua purezza e la sua ingenuità totalmente intatti.
Chris Evans forse non è il più navigato e talentuoso tra gli attori, tuttavia riesce a trasmettere allo spettatore quell’aria fanciullesca e genuina che Steve deve suscitare.
Nonostante l’indubbia qualità tecnica della pellicola e una bella storia conosciuta da migliaia di appassionati del fumetto, questo film non riesce nel suo intento: catturare lo spettatore e farlo appassionare alla storia.
La sceneggiatura, divertente in alcuni punti, e un cast stellare (su tutti Stanley Tucci e Tommy Lee Jones sono i più meritevoli di encomi) non sono sufficienti a far si che il film decolli.
Probabilmente questa pellicola non costituirà – per coloro che non conosco i celebri fumetti di Captain America –, un motivo per andarli a leggere, come invece è accaduto per altri film tratti dai fumetti Marvel.
Un consiglio: combattete l’impulso di alzarvi all’inizio dello scorrere dei titoli di coda e trattenetevi in sala fino alla fine. Per gli appassionati c’è una (gradita?) sorpresa.

Scheda film

Titolo Originale Captain America: The First Avenger
Regia Joe Johnston
Soggetto ispirato al personaggio Marvel Comics
Sceneggiatura Christopher MarkusStephen McFeely
Fotografia Shelly Johnson
Montaggio Jeffrey FordRobert Dalva
Musica Alan Silvestri
Cast Chris EvansHayley AtwellHugo Weaving
Distribuzione Universal
Origine USA
Anno 2011
Durata 103'
Genere AzioneFantascienza
Data di uscita Luglio 22, 2011
Incassi 191,112 €

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook