London Boulevard

2.5
 

Tutto ciò che è terribile è qualcosa che ha bisogno del nostro amore.

Rainer M. Rilke


Da Ridley Scott a Martin Scorsese – per il cui The Departed ha anche vinto un Oscar –, passando per il Martin Campbell di Fuori controllo, lo sceneggiatore William Monahan approda dietro la macchina da presa con una british comedy dal sapore molto più agro che dolce e dalle suggestioni noir. Tratto dall’omonimo romanzo di Ken Bruen, London Boulevard – il cui titolo fa immediatamente pensare a quel Sunset Boulevard da noi noto come Viale del tramonto – è la storia di Mitchel (Colin Farrell), appena uscito dal carcere ed in cerca di un lavoro onesto, e quella di Charlotte (Keira Knightley), ex attrice rinchiusa in casa insieme al fedele assistente Jordan (David Thewlis) e braccata dai paparazzi.
Due esistenze agli antipodi, due mondi – simbolicamente rappresentati dalle due diverse aree di Londra, in cui vivono i protagonisti – a confronto, due anime straziate emarginati che si incontrano: Mitchel e Charlotte ne hanno passate tante, hanno attraversato il buio (del carcere l’uno; dell’isolamento l’altra), ed i loro sguardi stanno lì a testimoniarlo ad ogni inquadratura; ma il fato o il caso li mette sulla stessa strada, permettendogli di ritrovare quella fiducia troppo presto perduta e di credere che qualcosa di bello possa spettare anche a due come loro.
A fargli da sfondo una Londra cinerea significativamente fotografata dall’inglese Chris Menges (Mission, Le tre sepolture, L’altra verità), abile nel rendere appieno le sfumature chiaroscurali della città, che riflettono poi quelle dei personaggi, alternando e giocando con la luminosità/oscurità delle scene.
La violenza che aleggia nell’opera, mostrata in tutta la sua crudezza, ne costituisce anche uno dei principali motivi centrali, a partire da Mitchel, arrestato per aggressione aggravata, il cui motto è “colpisco qualcuno prima che lui colpisca me” ed (apparentemente) incapace di uscire dal brutto giro in cui è finito, sino ad arrivare al sempre più preoccupante fenomeno del bullismo giovanile ed ultimo, ma non meno rilevante, alla prepotenza dei media, incontrollabili, invadenti ed ossessiona(n)ti. Dall’altro lato, ancora legato alla violenza, ma allo stesso tempo anche al forte senso di giustizia del protagonista, c’è il tema della vendetta, sorta di molla che fa scattare la rabbia, porta all’azione ed intanto intrappola in un circolo vizioso dove ben poche sono le possibilità di riuscita. Infine, riconoscendo senz’altro la bravura di Monahan nella scrittura, affiora persino un discorso sul razzismo, che può sfruttare la proverbiale natura multietnica della capitale britannica per far emergere ed esaltare le varie personalità in gioco: da una parte un criminale che sembra un diretto discendente del Ku Klux Klan, dall’altra un ex galeotto che rischia la sua vita per un barbone (tra l’altro, molto intenso, anche se breve, il rapporto di quest’ultimo con il protagonista).
Ennesima magnifica prova della Knightley, capace di incarnare ed esprimere con un solo sguardo tutta la fragilità, la dolcezza e la complessità del suo personaggio; altrettanto brava e mai sopra le righe Anna Friel (vista di recente in Limitless); ma come dice la stessa Charlotte, “Sai perché ci sono le donne nei film? Per permettere all'eroe di parlare di se stesso”: è allora Farrell la vera star del film, il pilastro su cui si regge e da cui trae linfa, ormai esperto in ruoli al limite tra la commedia ed il dramma, sofferti ed energici (vedi In Bruges, ma anche Pride & Glory), che l’attore irlandese sa come gestire e rendere al meglio senza strizzate d’occhio o forzature. Accanto a lui, sul versante maschile, degne di nota sia la performance di Ray Winstone, perfetto esempio di cattivo d’altri tempi, che quella di Thewlis, sorta di versione “dark” dello Spike di Notting Hill.

Scheda film

Titolo Originale London Boulevard
Regia William Monahan
Soggetto basato sull'omonimo romanzo di Ken Bruen
Sceneggiatura William Monahan
Fotografia Chris Menges
Montaggio Dody Dorn
Cast Colin FarrellKeira KnightleyRay Winstone
Distribuzione 01 Distribution
Origine Gran BretagnaUSA
Anno 2010
Durata 104'
Genere NoirSentimentale
Data di uscita Giugno 10, 2011

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook