Matthias & Maxime

3
 

Due amici d'infanzia si scambiano un bacio durante le riprese di un cortometraggio amatoriale. Il gesto, apparentemente innocuo, insinuerà in loro un dubbio persistente, minacciando l’unione della loro cerchia socialee, alla fine, cambiando improvvisamente le loro vite.
Il regista franco-canadese Xavier Dolan è da molto tempo la voce dei giovani. Il suo primo lungometraggio, J’ai tué ma mère, fu presentato per la prima volta a Cannes nel 2009, quando aveva solo 20 anni. Da allora una serie di film (questo è l'ottavo) che sono stati amati e odiati, ma hanno sempre colpito critica e pubblico.
Matthias & Maxime parla di amicizie, di cambiamento e ricerca. L'amicizia può essere un legame più complesso e profondo delle relazioni amorose, e Dolan lo racconta nel suo modo inconfondibile, coinvolgente e unico.
Ambientato nuovamente a Montreal parla di un giovane che cerca di trovare il suo posto nel mondo.
Xavier Dolan, dopo la parentesi americana torna ai temi a lui cari in questa storia di amici che vogliono essere di più. Lo stile caratteristico del regista è da subito riconoscibile, ma nonostante il tema al film sembra mancare un po' di cuore e passione, non c’è quell’energia e sperimentazione che contraddistinguevano i suoi precedenti lavori, Mommy in particolare.
Dolan ci mostra quanto sono diverse le vite di Matt e Max, e pone domande sull'appartenenza, l'educazione, l'amore e l'amicizia, ma non le affronta completament eper trovare un risultato a tutto tondo.
Lo stesso Dolan interpreta Maxime, il ragazzo tranquillo in mezzo a un gruppo turbolento di vecchi compagni di scuola, Gabriel D'Almeida Freitas interpreta Matthias, un avvocato amico d’infanzia di Maxime. La loro intima familiarità viene scossa durante un fine settimana quando l'irritante sorella minore di uno dei ragazzi insiste nel farli recitare nel suo cortometraggio.
Non vediamo mai il bacio, ma ne vediamo le ripercussioni. Dolan evita le spiegazioni didascaliche e l’eccesso stilistico, tranne forse nelle scene con Anne Dorval, che interpreta come sempre una delle sue mostruose madri.
Maxime è un bel ragazzo, nonostante la voglia che gli corre lungo un lato del viso, lavora in un bar e si prende cura di sua madre, donna odiosa, violenta, fumatrice accanita alle prese con la dipendenza. Rifiutato e maltrattato dalla donna manipolatrice, il piano di Maxime è di fuggire da questa realtà che lo affossa andando in Australia per un paio d'anni. Ma dopo la serata con gli amici e il bacio con Matt, niente è più così definito e chiaro, e la sua imminente partenza li costringe ad affrontare l'inevitabile.
Entrambi gli attori evocano una forte chimica sessuale e affettiva attraverso i silenzi e gli sguardi eloquenti che condividono.
Anche stavolta Dolan produce, scrive, dirige e recita. Matthias & Maxime non è un film perfetto, ma è una gioia contemplare il ritorno di Dolan alle sue radici, con una storia semplice e familiare da riconoscere, dove i sentimenti coinvolti sono fortemente reali e profondamente sentiti.
Il film sarà disponibile dal 27 giugno su Miocinema.it e su Sky Primafila Premiere.

Scheda film

Titolo Originale Matthias & Maxime
Regia Xavier Dolan
Sceneggiatura Xavier Dolan
Fotografia André Turpin
Montaggio Xavier Dolan
Cast Gabriel D'Almeida FreitasHarris DickinsonXavier Dolan
Distribuzione Lucky Red
Origine Francia
Anno 2019
Durata 119'
Genere Drammatico
Data di uscita Giugno 27, 2020

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook