Il Grinch

4
 

Ispirato al personaggio principale del celebre Canto di Natale di Charles Dickens, risalente niente meno che al 1843, Il Grinch è una strana creatura verde che odia il Natale con tutte le sue forze ed ogni anno si impegna a rovinarlo a chiunque provi invece il sentimento opposto. Dalla cima della montagnola in cui vive appartato in compagnia del piccolo e fedele Max, il Grinch escogita un piano tanto malvagio quanto infallibile, per far sì di godersi lo spettacolo che tanto attende. Ma, come in tutte le faviole che si rispettino, le cose non vanno esattamente come il previsto.
A distanza di quasi vent'anni dal precedente film, diretto da Ron Howard e con Jim Carrey nei panni dell'eccentrico protagonista, questa nuova versione de Il grinch sfrutta al massimo le ultime potenzialità del mezzo cinematografico (e non solo), riuscendo a dare un senso a tutti gli effetti visivi utilizzati: l'impressione che si ha appena lo schermo prende luce è quella di trovarsi all'interno di una di quelle palle di vetro natalizie, e per tutta la durata della storia non si aspetta altro che qualcuno arrivi a scuoterla e a far cadere la neve. La meraviglia o meglio la magia del Natale prende letteralmente vita, esplodendo in un turbinio di colori, di luci, di energia, che travolgono lo spettatore dal più piccolo al più grande, trasportandolo per un'oretta e mezza dentro un altro spettacolare mondo, da cui non si vorrebbe più uscire.
Sviluppato in maniera semplice ma efficace, per cui anche il flashback assume un valore importantissimo - ed il Grinch in versione bambino è adorabile! - Il Grinch affronta vari argomenti come la famiglia, l'amicizia, la solitudine, condendo ciascuno di essi di così tanti dettagli che, se all'apparenza può sembrare un progetto pensato ed indirizzato per lo più ad un pubblico giovane, in realtà si possono notare, percepire, tutte le sfumature legate ad una riflessione più adulta. Non a caso l'ironia che pervade la pellicola spesso e volentieri strizza l'occhio ad un pubblico maturo abbastanza da comprenderne il vero senso.
Ecco allora che ci troviamo davanti ad un'opera riuscitissima, da qualsiasi punto di vista la si osservi, compreso quello (non semplice) del doppiaggio: Alessandro Gassman da una versione del Grinch impeccabile, considerando anche che nella versione originale il compito era affidato a Benedict Cumberbatch.

Scheda film

Titolo Originale The Grinch
Regia Matthew O'CallaghanPeter CandelandYarrow Cheney
Sceneggiatura Cinco PaulKen DaurioMichael LeSieurStephan Franck
Montaggio Chris Cartagena
Musica Danny Elfman
Distribuzione Universal Pictures
Origine USA
Anno 2018
Durata 90'
Genere AnimazioneFamily
Data di uscita Novembre 29, 2018
Incassi 1,805,843 €

Trailer

 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook