Quel fantastico peggior anno della mia vita

4
 

L'attore protagonista si chiama Thomas Mann. Chissà se i suoi genitori nello scegliere il nome del nascituro erano consapevoli dell'importante omonimia. Mann, che come tutti i grandi scrittori si è posto il problema della morte, non non si sarebbe stupito di un suo giovane omonimo nativo di Portland che avrebbe raggiunto il successo proprio con un film che parla di morte. I titolisti italiani, afflitti da anni dalla malattia del politically correct che tende a proteggere tutti e a non salvare nessuno, s'è inventato il titolo di sana pianta: l'originale è Me & Earl & the Dying Girl, barbaramente ribattezzato Quel fantastico peggior anno della mia vita. Il tema centrale del film viene subitaneamente cancellato dal titolo; in sala andranno solo gli amanti dei teen movie, convinti di trovarsi davanti una copia di Diario di una schiappa, o al massimo una versione compatta di Hard Times – Tempi duri per RJ Berger, scorrettissima e sboccata serie targata MTV. Certo, sempre di adolescente sfigato si tratta, con un unico amico (l'Earl del titolo, è RJ Cyler), la volontà di sopravvivere al liceo passando totalmente inosservato e zero esperienza col mondo femminile, qui degnamente rappresentato da Rachel (Olivia Cooke). Rachel si ammala improvvisamente di leucemia, i genitori di Greg (Mann), fricchettoni fuori tempo massimo, lo obbligano a passare un po' di tempo insieme alla compagna di scuola prima mai frequentata.
Sbaglia chi accosta il film di Alfonso Gomez-Rejon alle pellicole strappalacrime che parlano di cancro (Colpa delle stelle, L'amore che resta): Me & Earl & the Dying Girl è un delizioso film che narra la formazione – e l'educazione sentimentale - di un adolescente alle prese con un amore volutamente non riconosciuto e un'ineluttabilità negata fino all'ultimo. Le inquadrature audaci, l'inserimento di spezzoni in puppet animation, la sceneggiatura lustra elevano il film di Gomez-Rejon decisamente sopra la media del genere, pur conservando lo sguardo sfiduciato e timoroso del compagno di scuola con poca autostima. Un plauso ai film rifatti da Earl e Greg con mezzi solo apparentemente rudimentali: stravolgono il titolo dei capolavori del cinema riadattandolo secondo gli oggetti che hanno sottomano. Rachel li guarda appassionatissima tra un ciclo e l'altro di chemioterapia, Greg, in un impeto di filosofico sdegno, commenta: “Non possiedo più niente di sacro”.

Scheda film

Titolo Originale Me and Earl and the Dying Girl
Regia Alfonso Gomez-Rejon
Sceneggiatura Alfonso Gomez-Rejon
Fotografia Chung Chung-hoon
Montaggio David Trachtenberg
Musica Brian Eno
Cast Nick OffermanOlivia CookeThomas Mann
Distribuzione 20th Century Fox
Origine USA
Anno 2015
Durata 105'
Genere Drammatico
Data di uscita Dicembre 03, 2015

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook