Premonitions

2
 

Tre omicidi, stesso modus operandi. Gli agenti speciali dell’FBI Joe Merriwether (Jeffrey Dean Morgan) e Katherine Cowles (Abbie Cornish) non hanno sospetti fondati, né piste convincenti per giustificare la selezione delle vittime. L’unica persona che saprebbe sbrogliare la matassa è il dottor John Clancy (Anthony Hopkins), ex collega dotato di un formidabile sesto senso, ma da quando ha perso la giovane figlia vive nel più completo isolamento. Joe decide comunque di sottoporgli il caso, ottenendo puntualmente l’effetto sperato: appena sfoglia il fascicolo delle indagini, il medico comincia ad avere delle preoccupanti visioni sul futuro. Il dono di John li porterà sulle tracce di un avversario lungimirante, con delle capacità paranormali altrettanto fuori dal comune.
Dopo un’odissea andata avanti per quasi quindici anni, Premonitions raggiunge finalmente il buio della sala. Nel frattempo la prima sceneggiatura ha subito innumerevoli rimaneggiamenti (anche con la firma eclatante di Peter Morgan), attraversando perfino una fase da improbabile seguito di Se7en: il risultato non può che risentire di queste difficoltà produttive.
Nella variazione affidata al brasiliano Afonso Poyart (2 Coelhos), la partita a scacchi tra le forze del bene e del male presenta un innesto che, almeno nelle intenzioni, dovrebbe risanarne l’usura: ovviamente i poli opposti si scoprono più simili del previsto, ma stavolta lo scontro avviene sul campo minato della malattia terminale. Il thriller da ordinaria amministrazione intervalla così inseguimenti e sparatorie con pillole a buon mercato di bioetica, affidando le ragioni del diritto alla morte assistita (sul quale pone l’accento il titolo originale, Solace) a due sensitivi.
Liquidata presto la questione morale, resterebbe quella attraente per i cultori del genere, posta in anticipo dalla locandina: “Come fermare un killer che prevede il futuro?”. Il film, tuttavia, non ha una vera risposta per l’intrigante spunto di base. L’idea di sdoppiare il deus ex machina, che già per definizione subentra quando l’intreccio perde il filo della logica, trasforma l’interrogativo in un cortocircuito mentale senza via d’uscita.
Mentre la regia di Poyart pesca a piene mani dal suo passato pubblicitario, alternando ridondanze e apparizioni suggestive, l’invidiabile cast messo in piedi mantiene la soglia d’attenzione dello spettatore vigile per l’intera durata. Pur svelando pressoché immediatamente l’identità del colpevole, Premonitions garantisce l’innegabile consolazione di ritrovare Anthony Hopkins in un ruolo vicino alla glacialità di Hannibal Lecter, che gli offre il confronto con un antagonista di lusso come Colin Farrell.

Scheda film

Titolo Originale Solace
Regia Afonso Poyart
Sceneggiatura Peter MorganSean Bailey
Fotografia Brendan Galvin
Montaggio Lucas Gonzaga
Cast Abbie CornishAnthony HopkinsColin FarrellJeffrey Dean Morgan
Distribuzione Adler Entertainment
Origine USA
Anno 2015
Durata 101'
Genere Thriller
Data di uscita Novembre 12, 2015

Trailer

 
 

Box Office

 
 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook