Pazze di me

2
 

In una famiglia completamente al femminile c'è Andrea (Francesco Mandelli), l'unico maschio di casa. Vorrebbe una ragazza, un lavoro onesto e, più di tutto, vorrebbe l'indipendenza da una madre autoritaria (Loretta Goggi), tre sorelle terribili (Chiara Francini, Claudia Zanella, Marina Rocco) e, per giunta, una nonna delirante (Lucia Poli) con la sua svogliata badante (Paola Minaccioni).
Non riesce a tenersi una fidanzata che sia una, tutte spaventate da quel nucleo familiare fracassone e fastidioso. Finché non incontra Giulia (Valeria Bilello); con lei è diverso, vuole cominciare a prendere le redini della sua vita non facendosi più influenzare da quel gruppo di donne isteriche.
Questa è la trama di Pazze di me, il nuovo film di Fausto Brizzi. Il regista di Notte Prima degli Esami cambia format: qui non troviamo più le (s)cotte dinamiche amorose ma ci spostiamo in un tinello casalingo in total pink, o quasi.
Ecco ritratta una famiglia strillona, invadente, esaurita e piena di difetti, pittata a mo' di vademecum dei vizi capitali; superbia, ira, lussuria... Insomma, praticamente tutti. Quindi le carte in tavola sono cambiate e non ci troviamo più studenti alle prese con gli infiniti esami, niente più crisi di mezza età o improbabilissimi corsi sessuali, nulla di tutto questo. Almeno in apparenza. Sicuramente un gruppo di attrici brave e affiatatissime rendono il film per lo meno ben interpretato (Loretta Goggi attrice è una vera e propria scoperta) ma, se scrutiamo in profondità, esce fuori il Brizzi Style di sempre.
Il suo cinema torna a parlare per grandi linee, accenna alla famiglia, elemento fondamentale della società civile, per riempirla con luoghi comuni, macchiette e, proprio non si reggono più, le ormai deteriorate porte sbattute. I personaggi della sua pellicola non trovano un riscontro educato nella realtà più schietta; la femminilità che fa praticamente da cornice alle avventure di Andrea è malata, viziata, latentemente cattiva e, per finire, quasi senza cuore. E' facile risolvere il tutto con la catarsi conclusiva, il difficile è dare un background rispettoso nonostante i leciti toni della commedia.
Se vogliamo continuare a ridere per luoghi comuni va anche bene purché si dia spessore intellettuale agli elementi cinematografici; attenzione, qui non si parla di pellicole autoriali, perché la settima arte è innanzitutto intrattenimento, in questo caso si parla di correttezza nei confronti della donna in generale; in Pazze di Me ciò è assente, tra loro non ci sono sfumature: sono o bianche o nere, senza quella luce che riesce a distinguerle.

Scheda film

Regia Fausto Brizzi
Sceneggiatura Fausto BrizziFederica BoscoMarco Martani
Fotografia Marcello Montarsi
Montaggio Luciana Pandolfelli
Cast Chiara FranciniFrancesco MandelliLoretta Goggi
Distribuzione 01 Distribution
Origine Italia
Anno 2013
Durata 94'
Genere Commedia
Data di uscita Gennaio 24, 2013

Trailer

 
 

Follow Us

facebook-icon icona_blu_800x800 twitter-iconmovies_vimeo_icon1

Facebook

enter_press_150x150
set_lux_food_drinks_188x125